βetaHcg

Il sito interamente dedicato alle Betahcg

Beta Hcg  – La Gonadotropina Corionica

Nella donna in gravidanza si determina una situazione ormonale particolare e complessa. Il corpo reagisce e si modifica piano piano per accogliere al meglio il bambino, grazie all’informazione e alla sapiente regia creta dagli ormoni.
Uno dei più importati, nel primo periodo di gravidanza, è la Beta HCG – Gonadotropina Corionica Umana, prodotta dal trofoblasto, un tessuto che con il procedere della gravidanza si trasformerà successivamente nella placenta.

È la presenza di quest’ormone a determinare la positività del test di gravidanza. La gestazione inizia con il concepimento, cioè il momento in cui lo spermatozoo incontra l’uovo maturo nella tuba e lo feconda. L’uovo fecondato, viene poi trasportato nell’utero ad opera delle cellule ciliate che compongono le pareti interne della tuba uterina rimanendo nell’utero sospeso per alcuni giorni e prende successivamente contatto con la parete uterina.

L’endometrio modificatosi nella seconda parte del ciclo (più morbido e ricco di vasi) favorisce l’annidamento, la cui epoca corrisponde al 7-8 giorno dalla fecondazione. L’uovo fecondato in questi giorni è cresciuto ed ha moltiplicato le sue cellule ed è passato dallo stadio di morula a quello di blastocisti.

E solo in questa fase, inizia la produzione di Beta HCG. È pertanto l’ormone della gravidanza, la sua presenza diagnostica una gravidanza in atto.

Ma a cosa serve l’ormone Beta Hcg?

Il Beta HCG è un ormone fondamentale per lo sviluppo e il buon proseguimento della gravidanza. Stimola infatti il corpo luteo, (che è la modificazione del follicolo dopo l’ovulazione) a produrre grandi quantità di progesterone.

Il progesterone ha la funzione di:

  • mantenere la muscolatura uterina liscia e rilassata in modo da permettere un buon attecchimento della gravidanza
  • lavorare in sinergia con gli estrogeni per stimolare le pareti dell’utero ad aumentare il loro sviluppo.
  • aiutare la formazione della placenta e concorrere alla nutrizione del tuo bambino
  • rallentare le attività dell’intestino in modo da assorbire più sostanze nutritive.

Con l’aumento delle Betahcg, tutto il tuo corpo cambierà in questo periodo!

La presenza di questo ormone non provoca solo modificazioni uterine, ma si riflette su molte altre attività corporee. Nel primo trimestre di gravidanza, tutte le modificazioni corporee che la gravidanza induce sono programmate per permettere un buon annidamento. Il bambino ha bisogno di mettere solide radici, e il corpo materno ha bisogno di più tempo, più riposo, più sonno.

L’ormone specifico della gravidanza viene quindi prodotto intorno al 21-22° giorno del ciclo, ma attenzione, questo avviene solo se si ha un ciclo regolare e l’ovulazione è avvenuta al 14 giorno. Se l’ovulazione è avvenuta più tardi anche l’annidamento e la successiva produzione di ormone della gravidanza avverrà più tardi.

Dr. ssa Raffaella Agosti Ostetrica

Test di gravidanza

Il test di gravidanza rileva la presenza dell’ormone βhCG nel sangue o nelle urine.
Gli attuali test di gravidanza sono molto sicuri e facili da usare, e posso essere utilizzati fin dal primo giorno di ritardo…

Valori in gravidanza

Occorre ricordare  che la prima e seconda settimana corrispondono all’epoca preovulazione, la terza è immediatamente successiva al concepimento.

Quadri clinici

Se il test risulta ripetutamente negativo e la mestruazione non si presenta cosa potrebbe essere?

βlog

Notizie e aggiornamenti sulle BetaHcg e dintorni. Fertilità e concepimento, salute riproduttiva. Chiarezza ed autorevolezza per un’informazione corretta.

Test ovulazione negativo ma incinta ugualmente

Test ovulazione negativo ma incinta ugualmente

Restare incinta nonostante il test o stick per ovulazione non abbia rilevato il picco dell'ormone LH è possibile? Quando lo stick non si positivizza ed è quindi negativo, significa che l'ovulazione non si sta ancora verificando, perciò non sarebbe in teoria possibile...

leggi tutto
Test ovulazione con E3G

Test ovulazione con E3G

No: gli stick per l'ovulazione non sono tutti uguali. Ce ne sono alcuni che, oltre a rilevare i picchi dell'ormone luteinizzante LH, sono in grado di rilevare la presenza di un altro ormone, ossia l'estrone-3-glucuronide, o E3G Questa particolare sostanza è prodotta...

leggi tutto
Stick ovulazione: pro e contro

Stick ovulazione: pro e contro

Prima di approfondire ed entrare nei dettagli, iniziamo subito con i "pro"; ce ne sono diversi: i test per il monitoraggio dell'ovulazione infatti, stanno riscontrando un grande successo, proprio in virtù di una serie di vantaggi, riassumibili così: Facili da usare...

leggi tutto

Resta aggiornata

Inserisci la tua email, ti informeremo sulle iniziative relative alla fertilità.

8 + 2 =